Fuori fa freddo e non sapete che cucinare? Oppure al supermercato le melanzane, zucchine e peperoni costano troppo e non hanno un buon aspetto? Perchè non prediligere la frutta e la verdura di stagione, coltivata a livello locale, che a gusto maggiore e prezzo minore aggiunge un minore inquinamento e utilizzo di serre, pesticidi e trasporti lunghissimi.

Nella mia spesa di questa settimana di neve era presente un cavolfiore che non sapevo proprio come cucinare..bollito non mi andava, gratinato nemmeno, per cui ho pensato di renderlo più saporito cucinandolo in modo alternativo! Servono pochi ingredienti, semplici e rapidi.

1 cavolfiore di media grandezza
1/2 cipolla dorato
basilico
prezzemolo
alloro
olive confettate
olio evo
sale qb
un pizzico di pepe

Se volete potete aggiungere del pomodoro pelato biologico, perchè non essendo la stagione giusta per i pomodori freschi se proprio non possiamo farne a meno potrebbe essere utile utilizzare i pelati biologici, preferibilmente locali, che danno gusto e colore alle pietanze. Io utilizzo la passata di pomodoro fatta in casa gentilmente regalatami da un’amica.

Iniziamo!

Tritate la cipolla e fatela leggermente soffriggere in tre cucchiai di olio evo in una pentola molto capiente e alta, aggiungete basilico,prezzemolo e alloro; fate insaporire per un paio di minuti a fuoco medio. Pulite il cavolfiore dalle foglie e tagliatelo in quattro parti, eliminate le parti meno bianche e lavatelo. Nel frattempo versare la passata o i pelati nella pentola, aggiungete un pizzico di pepe e di sale, coprite e fate cucinare a fuoco lento per circa 15-20 minuti, aggiungendo acqua calda per non far addensare il sugo. Passato il tempo necessario immergete il cavolo nel sugo, giratelo in maniera tale che tutte le parti siano a contatto con il condimento, aggiustate di sale e coprite. Fate cucinare a fuoco medio per circa 20-30 minuti, il tempo di cottura dipende dalla freschezza dell’ortaggio. Dieci minuti prima della fine della cottura aggiungete le olive dopo averle lavate dalla salamoia, evitando così che siano troppo salate. Scoprite la pentola, fate consumare un pochino il sugo e il nostro cavolfiore è pronto per essere servito in tavola, costituendo un piatto unico se accompagnato da crostini di pane dorato!

Buon appetito!

Advertisements