Tags

,

Buon fine settimana!
Oggi sveglia presto, Ale doveva arrivare a Pisa ma il suo volo è stato dirottato a Genova causa nebbia 😦 va bene, ne approfitterò per pensare a qualcosa di buono da preparargli!
Ale non è minimamente vegetariano, per cui ogni volta mi ingegno per poter mangiare gli stessi piatti andando incontro alle necessità di entrambi (e ai suoi piccoli vizi alimentari)!
 
Apro il frigo e vedo desolazione 😦 forse è il caso di fare la spesa..ma Chiara mi ricorda che abbiamo dell’ottimo pane raffermo e dei pomodori pelati bio..ed ecco che nasce l’idea della pappa al pomodoro, tanto cara ai pisani e di cui Chiara è una specialista..vediamo come si fa!
 
Una pagnotta toscana rafferma (comprata rigorosamente al forno sotto casa)
500 gr di pomodori pelati
brodo vegetale
cipolla
aglio
basilico
origano
rosmarino
sale q.b.
un pizzico di peperoncino
una presa di pepe nero
un filo di olio evo (dell’uliveto della mia coinquilina Francesca)
pecorino grattuggiato bio (naturalmente senza caglio animale)
 
 
 
Si inizia!! Intanto decidete se utilizzare una padella dai bordi molto alti o una pentola (io utilizzo la pentola perchè diventa una vera e propria zuppa) e mettetevi dentro un filo d’olio evo, il tanto giusto per coprire il fondo,fatelo scaldare e aggiungete la cipolla tritata e lo spicchio d’aglio intero. Fate rosolare un pochino e poi aggiungetevi gli aromi e i pelati precedentemente passati a mano, poichè il minipimer trita anche i semi conferendo al sugo un sapore acidulo; fate cucinare per qualche minuto a fuoco medio e poi aggiungete un paio di mestoli di brodo,coprite e portate a bollore.
Dopo qualche minuto aggiungete il pane precedentemente tagliato a fettine sottili e fatelo cucinare aggiungendo gradualmente il brodo almeno finchè non si sarà sfaldato all’interno del sugo, ma comunque non più di 40-50 minuti.
Aggiustate di sale e pepe, aumentate la fiamma e aggiungete il pecorino avendo cura di farlo sciogliere bene senza grumi; un filo d’olio evo et voilà, il piatto è pronto da gustare!Speriamo che anche Ale sia d’accordo con me,altrimenti oltre ad aver affrontato il viaggio dovrà anche prepararsi il pranzo!
Buon appetito! 🙂
 
P.S. per gli amici vegani il pecorino può essere sostituito con formaggi vegan 🙂
 
Advertisements